Published: 9November2018

La raccolta delle olive 2018 de I Tre Campanili: basso il quantitativo ma preservata la qualità

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Che sarebbe stata un’annata difficile lo sapevamo già dagli inizi del 2018, ma il momento della raccolta delle olive si è rivelato persino al di sotto delle stime nazionali, già di per se negative.
Alla base di questo momento “No” dell’olivicoltura sicuramente la neve e le gelate di febbraio/ marzo, in cui le temperature a -7°/-8° hanno distrutto la fioritura delle olive.
In estate invece l’umidità e la pioggia hanno favorito l’arrivo della cosiddetta “mosca olearia”, tra i pochi, ma decisivi nemici delle olive e dell’olio.
Se contro l’imprevedibilità climatica c’era ben poco da fare, abbiamo comunque tentato di preservare in tutti i modi la qualità dell’olio che saremmo andati a produrre: seguiti quindi dai nostri tecnici agronomi, siamo intervenuti sulla mosca olearia, con un trattamento a norma di legge, insieme all’accorgimento della molitura delle olive ancor prima delle 24 ore dopo la raccolta.
Una soluzione che si è rivelata fondamentale al fine di riuscire a soddisfare, come sempre, i nostri clienti e le loro richieste.
“Seppur la raccolta sia stata quantitativamente molto inferiore e persino al di sotto delle attese, riusciremo a offrire come sempre un olio extravergine pugliese di qualità” – dichiara Franco Guglielmi, presidente della Cooperativa I Tre Campanili.
“Possiamo ritenerci quindi soddisfatti per come abbiamo affrontato il problema. La raccolta, iniziata a fine ottobre, terminerà quasi  certamente a fine novembre. Oltre alla qualità, restano sempre le garanzie di sicurezza e tracciabilità del nostro prodotto: ogni bottiglia racconta una storia, che è quella di uno dei nostri 200 agricoltori, la famiglia de “I Tre Campanili, grande quanto i 1400 ettari della nostra cooperativa”.

E mentre gli addetti ai lavori consigliano di non acquistare olio al di sotto dei 3 euro a litro (un prezzo troppo basso e sospetto, date le difficoltà di questa annata e i costi che gli olivicoltori devono aver sostenuto per affrontarla), l’acquisto diretto dell’olio dal produttore resta sempre la scelta migliore per portare a casa l’oro più buono di Puglia.
Vi aspettiamo quindi sul nostro shop online con tutte le varietà di olio extravergine pugliese, da monocultivar “Coratina”.
Buon nuovo olio a tutti!